IL MONUMENTO SIMBOLO DI LIVORNO

Girando per il centro della città labronica è impossibile non notare una grande costruzione che si erge dall’acqua con il suo colore rosso, per il suo aspetto imponente, alleggerito dalla rotondità dei bastioni, dall’obliquità delle pareti che conferiscono l’eleganza che la contraddistingue.
La fortezza vecchia rappresenta il monumento simbolo della Livorno medicea.
Sopra le rovine di un sito romano ed etrusco nel 1377 fu costruita una torre quadrata, dai Pisani  denominata Quadratura o Rocca nuova. Nel 1519 la famiglia dei Medici realizzò un’importante modifica della struttura trasformandola in palazzo.
Ferdinando I quando proclamò Livorno come città, fece svolgere la cerimonia all’interno della fortezza.
Con la fine della dinastia medicea e il passaggio del Granducato di Toscana ai Lorena, la fortezza divenne una caserma militare e parzialmente adibita a prigione.
Nel Risorgimento fu il carcere per i prigionieri politici tra i quali Francesco Domenico Guerrazzi, Enrico Bartelloni e Don Maggini.
La seconda guerra mondiale causò molti danni all’intera città e venne colpita anche la fortezza vecchia. A partire dagli anni settanta è stato avviato un impegnativo programma di restauro.
La fortezza è possibile visitarla a piedi oppure attraverso dei tour in battello per godersi il panorama in vero stile labronico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *