L’arcipelago Toscano e le sue isole

“Secondo la leggenda la Dea Venere, dea della bellezza, emergendo dalle meravigliose acque del Mar Tirreno, lasciò cadere dalla collana che portava intorno al collo sette perle, le quali caddero in mare diventando le sette isole dell’Arcipelago Toscano”

La Toscana non solo è famosa per i suoi ampi spazi verdi e i suoi vini, ma guardando verso il mare il parco nazionale dell’arcipelago toscano è il più grande parco marino d’Europa.
Comprende molte isole come l’ Isola d’Elba, Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Giannutri e Gorgona e alcuni isolotti minori e scogli: Palmaiola e Cerboli, nei pressi dell’Elba, le Formiche di Grosseto a Nord del Giglio, lo Scoglio d’Affrica o Formiche di Montecristo, le Formiche di Capraia, di Palmaiola, della Zanca.

La peculiarità dell’arcipelago è che ogni isola è a sé, ha delle caratteristiche proprie e nessuna somiglia ad un’altra. Ogni isola ha la propria storia, il proprio ambiente naturale, e la propria vegetazione.

Isola di Montecristo famosa per il romanzo di Dumas “Il conte di montecristo” è una delle isole più selvagge ed inaccessibili.

Isola di Capraia è l’unica isola vulcanica presente nell’arcipelago, frutto di una doppia eruzione è la più selvaggia.

Isola del Giglio, sfortunatamente famosa negli ultimi anni per il naufragio della Concordia, è famosa per il mare limpidissimo e per i suoi tramonti indimenticabili accompagnati da specie marine come delfini, balenottere o capodogli.

Isola di Gorgona prevalentemente composta da rocce calcare, si presenta come un territorio montuoso ma molto ricco di vegetazione, essendo l’isola ricca di acqua.

Isola di Pianosa famosa per il territorio pianeggiante, fino al 1997 ospitava il carcere di massima sicurezza e ciò a contribuito a lasciare che la natura dell’isola rimanesse inalterata.

Isola d’Elba una delle isole con le più varie spiagge dell’arcipelago toscano, da quelle con i granelli di sabbia d’orata a spiagge nere, o con sassolini. La peculiarità dell’isola è che quasi tutte le spiagge sono libere e affascina il turista con il suo mare cristallino.

Isola di Giannutri denominata isola dei gabbiani, per le molte specie che vi nidificano, peculiare per i suoi relitti e per i suoi fondali limpidissimi.

Per raggiungere queste bellissime isole basta recarsi al Porto di Livorno 2000,Piazzale dei Marmi 57123 Livorno, il quale fornisce assistenza per le prenotazione dei traghetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *