PIANO DI INTERVENTO-SICUREZZA PER I BAGNANTI

Più sicurezza per i bagnanti lungomare, un piano di intervento che nasce dall’esperienza.

Marina di Pisa, 25 maggio, la stagione estiva 2018 è alle porte ed è il momento di parlare del piano di intervento per la sicurezza dei bagnanti.
Ha aperto la conferenza in piazza Viviani il vicesindaco Paolo Ghezzi, che, dopo aver ricordato il gesto eroico di Domenico Marco Verdiginell’agosto del 2004, in cui perse la vita in mare per salvare due bambini, ha spiegato come il piano di intervento si sia sviluppato negli anni: dalla bandiera rossa che vietava la balneazione ma aveva difficoltà di controllo a un piano di protezione e di intervento sempre più affinato.

“Anche quest’anno avremo 5 postazioni presidiate da personale formato, di cui 3 sulle spiagge di ghiaia che, pur essendo un presidio anti-erosione, sono diventate anche luoghi assolutamente frequentati” spiega il vicesindaco
3 presidi fisici nei fine settimana e nei giorni festivi quando quindi c’è più affluenza proprio per informare, fare prevenzione e cercare di evitare di avere la necessità di un intervento in mare che comunque è coadiuvato sempre dalla capitaneria di porto che mantiene tutte le sue competenze per l’intervento.
Un altro presidio è presso via Tullio Crosio che è un altro dei punti critici del nostro litorale e poi abbiamo dei presidi fissi e mobili che sono curati dalle associazioni di volontariato”.

Ai presidi fisici sono presenti già da molti anni dei cartelli multilingua che consentono di informare correttamente
sui rischi del territorio gli utenti, anche stranieri, che non conoscono bene la zona in cui si trovano;
così come da alcuni anni tutti gli accessi agli stabilimenti balneari sono stati codificati in maniera tale che anche la comunicazione di un eventuale emergenza
possa essere chiara per tutti riducendo notevolmente il tempo di intervento.

Faranno parte del piano di intervento in un lavoro di squadra

i Vigili del Fuoco, la Croce Rossa Italiana che metterà a disposizione della guardia costiera una moto d’acqua con personale specializzato,
la Pubblica Assistenza del Litorale Pisano con i mezzi Segway che permettono ai volontari la prevenzione lungo le spiagge del litorale in coordinazione con il 118, e
l’Associazione Italiana Salvamento per quanto riguarda la formazione dei ragazzi e delle ragazze per intervenire nel salvamento in mare
e per garantire anche maggiore tranquillità per chi frequenta le spiagge attrezzate.
Oltre ad un lavoro preventivo ed uno di intervento si hanno tutti i riferimenti del territorio come la Polizia Municipale del litorale
che rimane sempre un presidio costante a cui fare riferimento per ogni necessità.

Paolo Ghezzi conclude affermando che “il lavoro di squadra è quello che paga, quello che riesce a ridurre la pericolosità del litorale”.
Alla fine della presentazione avvenuta proprio davanti al Largo Domenico Verdigi è stata fatta una piccola cerimonia
in cui l’amministrazione ha premiato Moreno Santi che lo scorso 23 aprile 2018 ha salvato un ragazzo che stava annegando davanti Piazza Baleari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *