Pisa Half Marathon alla XIV edizione

C’è tempo fino alle 23:59 di giovedì 8 ottobre per iscriversi alla quattordicesima edizione della Pisa Half Marathon, la mezza maratona promossa dalla Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e organizzata da A.S.D Leaning Tower Runners, che ormai dal 2007, ogni anno, si corre per le vie del centro storico della città.

Cinquecento i pettorali disponibili per ogni gruppo di questa edizione che si svolgerà domenica 11 ottobre, con partenza a scaglioni prevista dalle 9:00 dall’ITIS “Leonardo Da Vinci”, in Via Contessa Matilde. Il taglio del traguardo, invece, sarà nella suggestiva cornice di Piazza dei Miracoli, all’altezza del Museo delle Sinopie.

Niente scuse per chi non è allenato! Per i più pigri che non vogliono correre il percorso da 21,097 km, né ambiscono al titolo di campione regionale, è stata ideata la Pisa Ten che si snoda lungo un itinerario di circa dieci chilometri con identico punto di ritrovo e di arrivo. A questa “versione light” si può partecipare in maniera competitiva e non.

In ottemperanza alle norme anti Covid-19, l’accesso allo start village sarà consentito solamente in seguito alla misurazione della temperatura corporea e il giorno prima della gara, insieme al pettorale, verrà consegnato il modello di autocertificazione da compilare.

«Non bisognerà correre con la mascherina – spiega Roberto Simili, presidente di A.S.D Leaning Tower Runners – ma una volta superati i primi cinquecento metri, non dovrebbero esserci più problemi di assembramento, perciò le mascherine, fornite da noi, potranno essere buttate in appositi contenitori che verranno predisposti lungo la strada, oppure tenute legate al braccio».

Ospite d’eccezione sarà l’atleta paraolimpico Andrea Lanfri, che nel 2015 subì l’amputazione di entrambi gli arti inferiori e di sette dita delle mani a causa di una meningite e sepsi meningococcica. Grazie alle sue protesi in fibra di carbonio acquistate tramite un crowdfunding online è diventato il primo atleta italiano senza gambe a correre i 100 metri piani sotto i 12 secondi.

Lanfri, durante il lockdown ha continuato a preparasi in vista dell’appuntamento con la mezza maratona pisana, allenandosi in giardino, percorrendo 58 metri per 363 volte in tre ore consecutive.

Oltre a mantenersi in forma e a trascorrere una giornata all’aria aperta, c’è un altro ottimo motivo per iscriversi alla mezza maratona: il ricavato sarà devoluto alla Onlus Per Donare la Vita, associazione che promuove la cultura della donazione di organi e tessuti e offre sostegno ai pazienti trapiantati e alle loro famiglie.

«Questi eventi, – dice Giuseppe Bozzi, presidente della Onlus – con il loro forte impatto, anche a livello visivo, dato dalla cartellonistica, dalle magliette, dai gadget, ci aiutano a far riflettere le persone su questo tema e a trasmettere il nostro messaggio di solidarietà e altruismo».

In un anno particolare come questo, segnato da una pandemia globale e dal conseguente incremento degli incontri su piattaforme online, non poteva mancare la Virtual Half Marathon, ovvero la mezza maratona nella sua versione fruibile comodamente dal divano di casa, tramite app, per chiunque non potesse essere presente fisicamente l’11 ottobre. Riceverà in ogni caso il pacco gara e la medaglia di partecipazione.

Tutte le modalità di iscrizione e i relativi costi sono disponibili sul sito www.mezzamaratonapisa.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *