PISA TRA STORIA E CRONACA: RIFLESSIONI SULLA CITTA’

Tra i molti eventi presenti a Pisa in questo periodo dell’anno, mercoledì 16 ottobre comincia “Pisa tra storia e cronaca”. Un evento che si terrà ogni mercoledì alle Officine Garibaldi e che, come ci ha spiegato uno dei suoi ideatori Verter Tursi, “vuole essere un momento permanente di riflessione sulla città, su i suoi abitanti di ieri e di oggi”.

Verter Tursi come è nata l’idea di questo progetto?

“L’idea nasce dalla volontà di rendere alla portata di tutti e sempre più comprensibile e visibile la grandezza della nostra città a partire dalla sua storia quella che si legge sui libri, ma anche quella che emerge dai racconti delle persone che l’hanno abitata e/o che tutt’ora la abitano, quella che si studia all’università, ma anche quella che si vive percorrendone le strade e i vicoli con attenzione, quella che racconta dei grandi uomini che tutti ricordano, ma anche quella che intreccia con loro le professioni più diverse e magari apparentemente più umili. Insomma vorremmo riuscire insieme ad Ilario Luperini, che subito ha sposato l’idea iniziale, arricchendola e rendendola ciò che sarà nei prossimi giorni e mesi, un viaggio condotto a più voci, nella storia di Pisa tra ricostruzioni storiche testimonianze dirette e aneddoti popolari”.

Ilario Luperini cosa ti ha spinto a partecipare a questo percorso ?

“Prima di tutto l’entusiasmo con il quale Verter mi ha esposto l’idea iniziale. La valanga di sollecitazioni, di escursioni ed incursioni in mondi vecchi e nuovi che mi ha riversato addosso in poche decine di minuti, all’insegna di una sorta di formazione permanente dell’individuo. Poi la mia personale voglia mai doma di essere parte attiva in ciò che più prediligo: la possibilità di raccontare Pisa, la sua storia, i suoi uomini, le sue bellezze e criticità, in maniera scientifica, seria, ma al tempo stesso in maniera leggera, sfruttando competenze, amicizie, conoscenze e strumenti dei più diversi, ma sempre tesi a dare spunti nuovi di visione, centrare ricordi ormai per molti sfumati e renderli di nuovo vivi, giocare intorno a personaggi di grande spessore per recuperarne anche l’ironia sempre connessa al quotidiano. Insomma mi è parso di vedere in questa proposta qualcosa di utile e di originale da proporre con il sorriso alle nostre comunità”.

Il programma iniziale, ci hanno detto Verter Tursi ed Ilario Luperini, vuole essere un primo approccio per i partecipanti a questa idea, il che significa da un lato sperimentare il format che costruito, dall’altro verificarne, anche nell’immediato, la effettiva forza di coinvolgimento.

Ecco il programma degli eventi che si terranno tutti i mercoledì ad Officine Garibaldi via Gioberti n.39 con inizio alle ore 18, termine alle 19.00 e apericena per tutti i partecipanti a partire dal giorno 16 ottobre c.a.

Questo il programma:

1 – Pisa negli occhi di Leonardo: dal Piano di Pisa all’invenzione della bicicletta.

2 – Un dipinto di Raffaello nel Museo di Palazzo reale di Pisa. Dalla collezione di Roberto Schiff: segreti di una dispersione e di un recupero.

3 – L’Orto Botanico. Dal Giardino dei Semplici alle testimonianze di chi nell’Orto Botanico ha vissuto una parte della vita.

4 – La Richard Ginori. Un’importante storia di archeologia industriale e la voce degli ex operai

5 – Barbaricina solo paese dei cavalli? La storia dell’insediamento ippico e altre memorie.

6 – Dalla Piazza dei Cavalieri alla ricerca del Conte Ugolino.

7 – Piazza delle Vettovaglie. Dalla Piazza de’ Porci, a Cosimo I de’ Medici, all’ortofrutta.

8 – Elisa Toscanelli nobildonna pisana dell’Ottocento. Letture dei suoi diari di viaggio

Tutti gli eventi potranno essere preceduti da vere e proprie camminate, musica, letture, ecc. per renderli ancora più vicini e presenti nell’immaginario dei partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *