CASTELLO PASQUINI

Passeggiando tra le vie di Castiglioncello è possibile ammirare l’imponenza del Castello Pasquini che domina la città dall’alto, costruito alla fine dell’800 è circondato da uno splendido parco.
Il barone Lazzaro Patrone acquistata la proprietà da Diego Martelli, edificò il castello sull’immagine di Palazzo Vecchio a Firenze, i terreni agricoli che circondavano l’area furono invece trasformati in un parco dal gusto romantico dell’epoca ottocentesca.
Affianco al castello è possibile notare la casa del casiere in stile neogotico e una cappella decorata secondo le tendenze eclettiche.
Il barone donò parte dei suoi terreni per la costruzione della stazione ferroviaria di Castiglioncello a patto che mantenesse lo stile del castello.
Sul retro del maniero, negli anni ottanta fu realizzata una tensostruttura, impiegata come sala polivalente, in grado di ospitare fino a 640 persone.
Intorno agli anni quaranta il castello vide cambiare molti proprietari, fino a raggiungere il completo abbandono nel 1981, quando successivamente divenne proprietà dell’amministrazione comunale di Rosignano Marittimo, ad oggi è utilizzato per eventi culturali e manifestazioni.
Le notti d’estate somiglia ad un luogo magico, il parco ben tenuto invita i passanti ad addentrarsi, le luci accompagnano il passeggio e il suono della musica jazz fa da sottofondo, provenendo da un locale al suo interno noto per gli spettacoli dal vivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *