EUROPEAN OBESITY DAY: PISA IN CIMA ALLA CLASSIFICA DELLE CITTA’ EUROPEE CONTRO L’OBESITA’

Nell’anno in corsoPisa Città che Cammina ha voluto esporsi a livello europeo per continuare il suo percorso nella lotta all’obesità attraverso la promozione e l’informazione di stili di vita attivi e quindi più sani sul territorio pisano: ha infatti partecipato all’European Obesity Day 2019, manifestazione che si tiene ogni anno il 18 maggio in gran parte delle città europee e questo anno per la prima volta anche a Pisa.

UISP di Pisa, Comune, Centro Obesità dell’AOUP, IFC del CNR e SDS zona Pisana si sono riuniti per presentare un programma di due giorni all’European Association for the Study of Obesity (EASO) con l’idea di creare un’occasione importantissima per sensibilizzare sul tema obesità, fenomeno che colpisce il 40% della popolazione raggruppando obesi e sovrappeso, con l’obiettivo di accrescere conoscenza e comprensione sulla necessità di azioni concrete a livello sia europeo che nazionale, per migliorare prevenzione, cura e assistenza.

La manifestazione è cominciata il 17 maggio con l’iniziativa “Divieto d’accesso, Giochi in corso” che ha voluto restituire pezzi di città ai bambini e alle bambine oltre che concludere un altro anno di collaborazione e lavoro sull’importanza del movimento e della buona alimentazione all’interno di tutte le scuole primarie di Pisa; contnuando nel pomeriggio con un convegno sui risultati raggiunti azioni che mancano e attività in continuo svolgimento che ha visto la partecipazione di tutte le associazioni, istituzioni, organizzazioni che costituiscono parte attiva all’interno del progetto come Università di Pisa, uisp di pisa e altri già citati. La manifestazione è proseguita il 18 maggio, giornata europea per la lotta contro l’obesità, con una camminata sulle mura, un pranzo in salute e attività pomeridiane aperte a tutti presso il circolo S. Zeno. La partecipazione numerosa ed entusiasta ha onorato e gratificato il lavoro svolto fino ad oggi e durante l’Obesity Day 2019 da tutto lo staff di Pisa Città che Cammina.

La presentazione del progetto organizzativo della due giorni ha portato Pisa ad essere una delle migliori città europee nella lotta all’obesità ricevendo un premio nella categoria “miglior progetto collaborativo” direttamente a Bruxelles consegnato in una cerimonia dall’EASO. “si tratta di un riconoscimento che premia il lavoro di tante persone che hanno fortemente creduto in questo progetto e vi son dedicati con grande professionalità e passione” – ha detto Verter Tursi che, in quanto curatore ed estensore del progetto, ha ricevuto il premio – “premia la nuova amministrazione comunale che ha saputo immediatamente cogliere importanza ed attualità di Pisa città che cammina contribuendo attivamente alla realizzazione delle diverse azioni, e, soprattutto, premia l’idea lungimirante che il Prof. Aldo Pinchera ha voluto lasciarci in eredità”.

Il premio è stato consegnato a Maria Chicchi Pinchera in memoria e in ringraziamento del professor Aldo Pinchera che nel 2012 ebbe l’idea di creare un approccio all’obesità che si concentrasse sulla prevenzione e sulla informazione piuttosto che sulla cura, che fosse indirizzato a tutte le fasce di età e coinvolgesse non solo la parte medica, ma anche le varie istituzioni e associazioni del territorio pisano in una collaborazione reciproca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *