LA SECONDA VOLTA NON SI SCORDA MAI

Alla galleria “Sopra le Logge” l’arte riciclata di Berrugi

Si chiama Iterum – una seconda volta, l’innovativa mostra personale dell’artista cecinese Roberto Berrugi, visitabile fino a venerdì 6 novembre, dalle 17:00 alle 20:00, alla galleria “Sopra le Logge”, in via degli Uffizi a Pisa. La mostra, a ingresso gratuito, è un itinerario che si articola fra più di cinquanta opere futuristiche, quasi interamente in metalli, realizzate da Berrugi dal 2012 ad oggi.

Il filo conduttore di tutta l’esposizione è la mitologia e il riutilizzo dei materiali. Vecchi radiatori o parti di automobili diventano così robot e automi astratti, ispirati agli eroi dei poemi epici, come dei novelli Ettore e Achille. Tra le figure mitologiche che un’occhio attento può riconoscere anche Enomao e Pelope, sovrani dell’antica città di Pisa, nel Peloponneso, verosimilmente andata distrutta nel VI secolo a.C. Secondo la leggenda alcuni profughi della città, sopravvissuti alla guerra di Troia, sotto la guida di Pelope, giunsero in Toscana e fondarono l’odierna Pisa.

Roberto Berrugi, che in passato ha svolto la professione di carrozziere, è noto principalmente per essere l’autore dell’“omino in ferro”, diventato ormai il simbolo di Cecina. Ferro, alluminio e lamiera sono dunque i materiali più amati dallo scultore e utilizzati (o meglio riutilizzati) per Iterum che vuole essere «una seconda volta, una seconda opportunità per gli oggetti», in linea con la moda green che sta spopolando ultimamente a livello globale.

Il curatore della personale, Alessandro Schiavetti, presidente di ACS Art Center, ci tiene a sottolineare il valore educativo che Iterum vuole avere sullo spettatore, cercando di sensibilizzarlo al contenimento degli sprechi, al riciclo e al riuso, al fine di contrastare l’inquinamento e l’impatto dell’essere umano sul pianeta: «Nell’epoca della riproducibilità tecnica, in cui praticamente tutto è serialità e pedissequa sequenza meccanica, troppo spesso si sminuisce l’unicum artistico che fa da fondamento al bello estetico e alla capacità creativa». – Sostiene Schiavetti. – «Le forme di Berrugi sminuzzano questo falso precetto, rendendo leggiadro ciò che nasce come pesante e incanalando l’osservatore in un sistema di pensiero volto alla sensibilizzazione del tema del riciclo».

La realizzazione della mostra è stata possibile grazie al patrocinio del Comune di Pisa e al contributo economico della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci. L’assessore al turismo, Paolo Pesciatini, è intervenuto il giorno dell’inaugurazione, parlando dell’esigenza di alimentare la fruibilità degli spazi pubblici, in particolare di quelli espositivi come la galleria Sopra le Logge.

«Per le politiche turistiche è fondamentale creare opportunità ed esperienze emozionali rivolte a ospiti e cittadini». – Ha dichiarato l’assessore. – «In questo luogo la creatività diviene protagonista e si amalgama perfettamente alle tradizioni storiche e artistiche presenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *