LE ORIGINI DEL NATALE

Con l’arrivo di Dicembre in molte case cominciano ad accendersi le lucine natalizie, le famiglie si riuniscono per fare l’albero di natale,  le strade vengono adornate di addobbi e molte persone scendo in strada a comprare i regali. 

Dicembre è sinonimo di Natale! 

Vi siete mai chiesti da dove arrivi questa antica tradizione?

Il Natale è una festa Cristiana che celebra la nascita di Gesù, per la maggior parte delle Chiese Cristiane cade il 25 Dicembre; per le Chiese Ortodosse Occidentali il 6 gennaio e il 7 gennaio per le Chiese Ortodosse Slave.

Per il Calendario Liturgico ha un valore inferiore a quello della Pasqua ma comunque è la festa più popolarmente sentita fra i cristiani ed anche fra i laici, che con lo scambio dei regali, festeggiano assieme alla famiglia e alle figure del folclore come Babbo Natale, il simbolo della solidarietà.

Nel corso dei secoli il Natale ha assunto, oltre al significato religioso, anche aspetti pagani. È comparsa la figura di Babbo Natale con l’usanza dei doni, il presepe e l’albero. 

Ma chi è Babbo Natale?

Tutti conosciamo il grande signore un po’ in carne, vestito di rosso, con la barbona bianca, che arriva con una slitta guidata da renne e in una sola notte fa il giro del mondo consegnando regali a tutti i bambini, scendendo per i camini.

Esattamente quest’uomo si dice che abbia origine da San Nicola di Mira (antica città dell’attuale Anatolia, Turchia), un vescovo vissuto nel IV secolo, di cui tutt’ora il personaggio di Babbo Natale porta il nome nei paesi nordeuropei: Santa Claus.

In realtà l’usanza dei doni si dice derivi dal fatto che il vescovo facesse grandi elargizioni ai più bisognosi. 

La dimora di Babbo Natale invece cambia a seconda delle tradizioni, secondo gli americani vive al Polo Nord, in Alaska, per gli europei in Rovaniemi, in Lapponia. Altre tradizioni parlano del paesino di Dalecarlia, in Svezia, oppure di Nuuk, in Groenlandia.

La tradizione del presepe è ben lontana da quella di Babbo Natale; questa usanza all’inizio prettamente italiana ebbe origine all’epoca di San Francesco D’Assisi che nel 1223 realizzò a Greccio la prima rappresentazione della natività.

Francesco era tornato da poco da un viaggio a  Betlemme, in Palestina e rimasto affascinato decise di rievocare la scena della nascita di Gesù.

Altro simbolo molto diffuso è quello dell’albero di natale, la cui origine è sempre medievale ma legata ai Paesi Nord Europei. La rappresentazione tipica è quella dell’abete addobbato con oggetti colorati, luci e festoni.

Durante il periodo dell’avvento per gli allestimenti venivano rappresentate scene della Bibbia, in particolare la Genesi. Nel brano del libro si parla di un abete, addobbato con  frutti colorati, presente nel giardino dell’Eden.

Dopo quest’excursus nella tradizione natalizia non resta altro che augurarvi un felice Natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *