MARCHETTE

Le opere di DovBer Marchette, artista ebreo-americano, saranno esposte a Pisa, alla galleria “Sopra le Logge” in via degli Uffizi, all’interno della mostra Concept Context Content, visitabile da domenica 6 settembre e per le tre settimane successive. L’ingresso sarà gratuito dalle ore 16:00 alle 19:00. 

Non è la prima volta che Concept Context Content dagli U.S.A. approda in Toscana. Marchette, infatti, insieme ai suoi storici collaboratori fiorentini, Fabrizio Sorbi e Gabriella Diddi, che curano le sue mostre in Italia, dal 2017 è alla ricerca costante di nuove location che ben si sposino con la sua arte densa di riferimenti alla nostra regione 

«Agli inizi degli anni Settanta, Marchette visitò Firenze e rimase affascinato dalla bellezza del David michelangiolesco», – spiega Sorbi – «una volta rientrato a Boston iniziò la sua attività di scultore prima e di pittore poi. Da allora nelle sue opere si possono ammirare i colori della Toscana e il suo grande desiderio è sempre stato quello di fare una mostra itinerante nei territori che lo hanno affascinato da giovane e che continuano ad essere la sua fonte di ispirazione». 

Cinque sono i colori maggiormente usati dall’artista nelle sue tele: marrone, giallo, blu, verde e bianco. «Il blu è in riferimento ai cieli della Maremma» – prosegue Fabrizio Sorbi – «il verde, il giallo e il marrone invece sono un omaggio alle colline del Chianti».

Le tele sono caratterizzate da pennellate morbide e fluide che vanno a formare griglie e reticoli. Punti e linee sono spesso presenti nelle sue opere astratte, dove talvolta le figure vengono solo appena percepite.

«La sua arte nasce da un’idea che poi diventa l’arena del suo processo creativo: Dal concetto, al contesto arrivando al contenuto, come recita appunto il titolo della mostra. É alla ricerca della purezzza attraverso la semplicità e l’essenzialità delle forme». – Conclude il curatore. 

Dopo aver esposto a Siena, Montignoso, Lucca e Pistoia, l’artista ha avuto l’occasione di visitare Pisa, da lui definita «un gioiello di incomparabile bellezza» e ha fortemente voluto portare la mostra in città. Organizzata in collaborazione con il Comune e prevista inizialmente per aprile, è stata rimandata più volte a causa del lockdown.

Quaranta saranno i quadri che arriveranno dagli Stati Uniti, tutti di tipologia diversa, in particolare collage di vernice acrilica su carta, ritratti, paesaggi contemporanei, tele “a flusso libero” e opere tematiche di tre colori. 

L’inaugurazione, organizzata dall’architetto Carlo Bargagna di CB Studio, sarà trasmessa venersì 4 settembre, alle ore 19:30, in diretta su Sesta Porta News.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *