STAGIONE ESTIVA QUASI FINITA: UN BILANCIO DA CONFLITORALE

L’autunno è alle porte e sul litorale pisano si comincia a fare un bilancio dell’andamento della stagione estiva 2018. Le famiglie di Pisa e Livorno sono sempre presenti da generazioni ma pochi sono i turisti di altre regioni o stranieri.

ConfLitorale, la rete di collaborazioni tra gli imprenditori locali, ha registrato un turismo stazionario rispetto all’anno precedente: nelle strutture ricettive e negli stabilimenti balneari sono rimasti costanti gli abbonamenti del turismo locale (pisa e Livorno) con una diminuzione dei giornalieri.

“I turisti sono scoraggiati dalla viabilità – afferma Fabrizio Fontani, presidente di ConfLitorale – troppe file per arrivare e per andare via sia in superstrada che sulla Pisorno, bloccate dal traffico anche il viale del tirreno e le strade interne. Nel mese di agosto l’affluenza maggiore è stata nella settimana di ferragosto ma comunque non si arrivava al tutto esaurito nelle strutture ricettive”.

Questa stagione ha visto numerosi eventi da marina a tirrenia, come ha influito sul turismo?

Rispetto agli eventi è stato fatto un buon lavoro su tutto il litorale e la risposta dagli utenti è stata altrettanto positiva. Un successo per il commercio è stata la seconda edizione di Marina Dance Parade, evento svoltosi il 13 luglio scorso che ha portato circa 15mila persone non solo al porto ma anche nel resto dei locali del litorale pisano.

Cosa andrebbe migliorato ancora per valorizzare il nostro territorio e incoraggiare le visite?

Nonostante gli interventi di riqualificazione fatti all’inizio della stagione reinvestendo sul territorio il ricavato degli stalli blu dalla stagione 2017, come il rinnovo dell’illuminazione con lampioni a led, l’abbattimento delle barriere architettoniche in alcuni punti del tratto pedonabile da Marina a Tirrenia, ci sono ancora molti aspetti che sono da rivedere secondo la rete degli imprenditori locali ConfLitorale.

“Speriamo in una maggiore attenzione della nuova Giunta Comunale – dichiara Fontani – In particolare per quanto riguarda il numero di posti auto per i turisti, la viabilità, l’arredo urbano, gli eventi, la sistemazione di strade, piazze, marciapiedi, verde e la pulizia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *