SE LE API SPARISSERO, IL GENERE UMANO SI ESTINGUEREBBE IN 4 ANNI

“Se le api sparissero, il genere umano si estinguerebbe in 4 anni” 

Questa è la frase che pronunciò Albert Einstein. 

Oggi nel 2019 ci troviamo ad affrontare oltre all’allarme clima anche il problema dell’estinzione delle Api.

 I pesticidi e i veleni usati dall’essere umano, le malattie in seguito ai cambiamenti climatici, la diminuzione degli habitat naturali e l’inquinamento sta giorno dopo giorno eliminando gli insetti impollinatori, indispensabili per la nostra vita.

In Germania la sensibilità verde è molto elevata ed hanno già raccolto più di un milione e settecentomila firme per lanciare un referendum per rivoluzionare il sistema agricolo. Chiaramente gli agricoltori non sono per niente soddisfatti di questa mobilitazione.

Come dichiarano le Nazioni Unite il problema non riguarda solo la Germania ma l’intero genere umano. Se le api scomparissero definitivamente porterebbe ad effetti disastrosi per l’umanità che nell’arco di 30 anni si estinguerebbe.

Senza le api verrebbe a mancare la riproduzione delle piante essendo indispensabili per l’impollinazione. Il problema è stato fin troppo lasciato da parte e adesso siamo ad un punto di non ritorno. 

Come ha dichiarato Simon Potts “Se vogliamo continuare a nutrire il mondo dopo il 2050, gli impollinatori devono continuare ad aiutarci”.

Anche l’Unione Europea si è mossa; il commissario per l’Ambiente Karmenu Vella ha dichiarato apertamente che “E’ tempo di agire, se non lo facciamo, noi e le future generazioni pagheremo un prezzo molto alto”.

In Europa la mortalità delle colonie di api è pari al 20%. In Italia si contano perdite di api su tutto il territorio, con maggiore rilevanza al nord.

Dave Goulson, ricercatore dell’Università del Sussex specializzato sulle api, dichiara che se non si prenderanno provvedimenti a breve assisteremo al sesto evento di estinzione mondiale. 

Dalla Germania la proposta è quella di alzare al 20% l’agricoltura biologica entro il 2025 e l’assoluto divieto di alcuni pesticidi.

La scienza ha  brevettato una soluzione di api robot che aiutino le vere api ad impollinare, ma prima di arrivare a questo sistema è necessario che l’uomo cambi sostanzialmente il suo stile di vita distruttivo.

La scienza può aiutare ma non è la soluzione definitiva essendo la natura indomabile.

GreenPeace sta firmando petizioni per

 -bandire l’uso di pesticidi dannosi per gli instetti impollinatori

– applicare specifici standard per la valutazione di rischi da pesticidi

-aumentare i finanziamenti per la ricerca, lo sviluppo e l’applicazione di pratiche agricole ecologiche.

E se volete dare un mano basta una piccola firma sul sito di GreenPeace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *